Saboris antigus -Mogoro 2016

Share Button

copertina

Esistono ricette che raccontano il passato di un popolo meglio di mille libri di storia. Piatti di terra, come le lumache al pomodoro (sitzigórrus cun bagna), nati sui campi e frutto di una civiltà contadina; piatti dai sapori decisi e dai tempi lenti, come i maltagliati sardi con carne di capra (pillus cun pezza de argalla), specchio di una realtà pastorale; piatti come ilpane indorau, memorie di un’era dai piaceri semplici e “a spreco zero”.

antichi mestieriPietanze che sono compendi di storia da assaporare anziché sfogliare e che saranno proposti a Mogoro domenica 24 aprile durante Saboris Antigus 2016, la manifestazione storico-gastronomica che da nove anni trasforma il quartiere antico del paese in un percorso alla riscoperta dei sapori e mestieri della tradizione locale.

Un menù con otto portate dall’antipasto al dolce, accompagnato dai premiati vini della Cantina Il Nuraghe, guiderà i visitatori in un’esperienza di street food d’altri tempi tra i rioni vecchi de Su Sticau e Funtanedda, dove portali in legno dal fascino secolare, cortili allestiti con gli oggetti degli avi e preziosi pezzi d’artigianato locale ricreeranno suggestive atmosfere storiche.

Saboris Antigus è la festa delle ricette della tradizione, ma ogni anno si rinnova. Dopo il successo dell’edizione 2015, che ha ospitato visitatori da tutta la Sardegna, l’evento torna arricchito con nuove ricette popolari a stuzzicare l’appetito e nuovi angoli del centro storico da esplorare, con dimostrazioni della lavorazione artigianale di cibi e manufatti, con dame e cavalieri in abiti tradizionali locali da lavoro e da festa, con un’inedita mostra fotografica a cielo aperto a sussurrare vecchie storie lungo la via e con Sos Merdules Bezzos de Otzana e abili musicisti a scompigliare la folla.

Ma non finita qui, perché agli appassionati di cultura sarda Mogoro offre ancora di più: l’apertura straordinaria dei suoi monumenti più prestigiosi. Grazie alle Cuccurada_dallaltovisite guidate a cura dell’Associazione Mariposas de Sardinia sarà possibile trascorrere le ore che precedono l’inizio di Saboris Antigus 2016 esplorando l’imponente Nuraghe Cuccurada – gioiello archeologico di oltre 4000 anni -, la Chiesa di San Bernardino, scena nel 1604 di un misterioso “miracolo eucaristico”, e la piccola ma preziosa Chiesa della Madonna del Carmine, tra i rari esempi di romanico gotico in Sardegna.

Una giornata che saprà soddisfare i gusti di tutti i golosi di saperi e sapori, per rievocare la Sardegna del passato e offrire un’esperienza da ricordare.

Saboris Antigus è nato da un’idea della Proloco mogorese e del Comune di Mogoro e non sarebbe possibile senza la collaborazione dei mogoresi di tutte le età e delle associazioni locali Ippica mogorese, Oratorio parrocchiale, Circolo “Peppe Melis”, Motorclub Su Nuraxi, Su Sticau, Anziani mogoresi, Po Moguru e Craccaxia, Sa Passillada e Mariposas de Sardinia.

LUOGHI E ORARI:

Saboris Antigus, Mogoro
Domenica 24 aprile 2016, ore 19
Inizio del percorso: Piazza Giovanni XXIII
Contributo menù: 7 euro
Degustazione vini: 3 euro

Visite guidate
Per info e prenotazioni (entro il 20 aprile)
Email: mariposasdesardinia@gmail.com
Tel.: 3283840772 e 3491659241

locandina 2016







(141)

Share Button

Widgetized Section

Go to Admin » appearance » Widgets » and move a widget into Advertise Widget Zone