Domus de Janas

Il nome popolare significa letteralmente “case delle fate” ma in realtà esse sono delle tombe scavate nella roccia dalle popolazioni che vissero in Sardegna nel Neolitico, prime fra tutte quelle della cosiddetta “cultura di Ozieri”, che fiorisce nel periodo compreso fra il 4000 e il 3000 a.C. circa.