Nuoro: La Sagra del Redentore

Share Button

Dal lontano 1901, nel mese di agosto, si festeggia a Nuoro il Redentore, che attira nel capoluogo barbaricino circa 100.000 visitatori all’anno.

Il Redentore rappresenta, infatti, una tra le più suggestive e sacre manifestazioni della Sardegna. La prima edizione risale al 1901 quando, per celebrare solennemente l’inizio del XX secolo dell’era cristiana, fu innalzata sulla vetta del Monte Ortobene una grande statua bronzea raffigurante il Redentore, divenuta poi meta di un suggestivo pellegrinaggio dedicatorio.

La suggestione della festa viene accresciuta dalla sfilata dei costumi sardi: sono, infatti, numerosi i gruppi folkloristici che partecipano alla rassegna. Il corteo è permeato da un vivido significato religioso: la parte civile e la parte sacra della festa si fondono in una soluzione che apparirà di sicuro interesse al visitatore attento e desideroso di profonde emozioni spirituali. L’interminabile corteo parte dalla città alle prime luci dell’alba, procede con ritmo lento e composto, cadenzato dalle severe note di inni liturgici e percorrendo sentieri tracciati nel folto dei boschi raggiunge la cima del monte. La distanza della statua del Redentore non scoraggia le migliaia di fedeli che invece proseguono con forte motivazione spirituale verso la personificazione della pace: il Redentore.
Ai piedi della statua vengono celebrate messe e si svolgono riti tradizionali. Il programma della Sagra comprende una serie di iniziative collaterali, che con danze, canti e suoni si protraggono per l’intera giornata, tutte lontano dal monte quasi per rispettare la sacralità del luogo e venerare il culto del Redentore immersi in un avvolgente silenzio.

il programma di quest’anno potete andare a leggervelo su sito di Paradisola

sagra-redentore-2013







(925)

Share Button

Widgetized Section

Go to Admin » appearance » Widgets » and move a widget into Advertise Widget Zone