Funghi di Sardegna: Oggi in compagnia dell’ Hydnum rufescens.

-.-
Share Button

Ci siamo imbattuti in un fantastico gruppo Facebook di cercatori  e appassionati di Funghi. Funghi e Boschi della Sardegna

Il Gruppo è chiamato Funghi e Boschi della Sardegna  e animato dal suo fondatore Luca Urracci.

Questo gruppo nasce e accoglie tutte quelle persone amanti della micologia e della natura, infatti gli aderenti si scambiano reciproche informazioni sui funghi, luoghi, e periodi di raccolta, non chè sul loro utilizzo in cucina o meno. Gli amministratori tengono a precisare che l’identificazione di una specie mediante la visione di foto non è mai del tutto sicura e attendibile, per eventuali conferme sicure sono preposti gli ispettori micologi delle ASL..

Hydnum rufescensOggi ci viene presentato Hydnum rufescens
Oggi in compagnia di un fungo commestibile che in questi giorni inizia giù a farsi vedere, è un Basidiomycetes, genere Hydnum la sua particolarità e che al posto delle lamelle o tubuli, ha gli aculei, come dimensione massima siamo sui 7 cm, colore del cappello aranciato e anche un po’ di sfumatura sul gambo….

In cucina Ottimo trifolato in verde e condire la pasta con un po’ di panna… Funghi e Boschi della Sardegna

 

Ricette Sardegna visto che tratta di cucina sarda realizzerebbe per voi questa ricetta, per la serie la cucina parlata: Tagliatelle ai funghi porcini con panna

Tagliatelle ai funghi porcini con panna, non sono gli stessi funghi di cui si parla nella recensione del gruppo di Facebook citato, ma questi ben si adattano a sostituire i classici porcini..sempre che ve li procuriate.

Ingredienti (4 Porzioni):

  • 400 gr tagliatelle fresche
  • 200 gr di porcini surgelati oppure 50 gr di porcini secchi ( o chi li ha procurati nel bosco vanno benissimo i funghi Hydnum rufescens )
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio evo q.b.
  • sale e prezzemolo q.b.
  • acqua di cottura o panna liquida in base ai gusti

Passiamo alla preparazione:

Per prima cosa mettiamo su l’acqua, con sale, per cuocere la pasta. e iniziamo col pulire i funghi se li abbiamo a disposizione freschi curando di elimanre i residui di terra. passamo a trifolare i funghi con uno spicchio d’aglio e 4 cucchiai circa di olio evo, correggiamo la sapidità alla fine, aggiungendo il sale quasi a fine cottura. (Per i funghi surgelati sarà meglio dargli una sbollentata di qualche secondo, per eliminare tracce di terra!! così poi sarà anche più facile tagliarli a pezzi più piccoli./Per i funghi secchi, bisogna metterli in ammollo 20 minuti prima.)

La cottura comunque è in padella e allo stesso modo per entrambi (surgelati o secchi), ci vorranno circa 10 minuti. Durante la cottura dei funghi aggiungere acqua bollente q.b. Una volta che i funghi avranno raggiunto una consistenza piuttosto cremosa si può aggiungere panna per un sugo più gustoso oppure in seguito alla cottura della pasta useremo un po’ dell’acqua di cottura.

Cuocere la pasta e proseguire in padella con i funghi cosi trifolati . Aggiungere prezzemolo q.b.

Accompagnare con un buon vino sardo sardo…… ajooooo

 

 

 

(657)

Share Button