Autunno in Barbagia 2015 – Belvi

-.-
Share Button

Autunno in Barbagia 2015 – Belvi – programma completo del 17 – 18 ottobre

castagna

Belvì (Brebì in sardo) è un comune italiano di 640 abitanti della provincia di Nuoro, che dà il nome alla regione della Barbagia di Belvì.

Il suo territorio si estende per circa 1.889 ettari di declivi montani che diversificano la flora a seconda dell’altitudine e delle condizioni climatiche differenti. All’interno possiamo distinguere folti boschi di nòccioli, noci, castagni, roverella, lecci e agrifogli. Merita di essere menzionata anche la bella Valle de S’Iscara, che prende il nome dal rio che la attraversa, ricca di frutteti, interessanti essenze arboree e noci secolari conserva ancora oggi scorci di grande suggestione.  L’abitato si trova nella costa del monte “Genna de Crobu”. Belvì si colloca in una posizione centrale rispetto alle città più importanti della Sardegna, in quanto dista 69 chilometri da Nuoro, il capoluogo di provincia, 71 chilometri da Oristano, 151 chilometri da Sassari e 119 da Cagliari, il capoluogo di regione. (fonte Wikipedia)

CaschettasParticolarità del paesino barbaricino sono un dolce particolarissimo le Caschettes che abbiamo descritto in questa ricetta sarda.

La nascita dei Caschettes di Belvì risale a diversi secoli fa, rappresentavano un dolce omaggio dello sposo innamorato che porgeva in dono il giorno delle nozze ai parenti della promessa sposa. I Caschettes sono composti da una sottilissima sfoglia, fine come un pizzo, che racchiude il  dolce ripieno a base di nocciole, miele di castagno e millefiori, con aromi di cannella e arancio che sprigionano un profumo inconfondibile esaltandone il sapore. La lavorazione della sfoglia di granito (fiore della farina) richiede abilità e pazienza, arte culinaria tramandata dalle mani più esperte di generazione in generazione.

 

Ecco qui il programma della tappa di Belvi di Autunno in Barbagia 2015

Sabato 17 ottobre

Ore 15.30 – Apertura Mostre e esposizioni

Ore 18.00 – Rappresentazione “Su giogu de su cignedhu” | A cura del gruppo “Sa balduffula” | Piazza Repubblica

Ore 18.00 – Cottura delle castagne nella caratteristica padella gigante e distribuzione grauita.

Ore 19.30 – Eventi di moda e musica in barbagia | Creatività artistiche in passerella con la partecipazione di:
    – Magie di Carta di Giovanna Pirellas – Fonni
– Atelier Gurusele di Lucia Deligios – Sassari
– Sartoria Sorelle Podda – Muravera
– Sartoria Incanti di Mariella Staico – Assemini
– Sartoria Made in Italy di Alessandra Curreli – Cagliari
– Bottega Orafa di Nanni Rocca – Oristano
– Bottega Artigiana di Paolo Pittiu – Serdiana

Ospiti della serata:
Maria Luisa Congiu
– Chiara Vigo, l’unico maestro di bisso marino al mondo recita l’intro “Jara che Jana” di Maria Luisa Congiu a lei dedicato.
Kantigos
Roberto Tangianu
Presenta: Giuliano Marongiu
Direttore artistico eventi: Giuliano Marongiu
Coreografie: Leonarda Catta

Allestimento scenico e scenografie: Alessando Sechi e Milena Soggiu

Domenica 18 ottobre

10.00 – Apertura mostre e esposizioni
10.30 – 16.30 Rappresentazione “Su giogu de su cignedhu” e a seguire per l’intera giornata “Ajo a giogare” A cura del gruppo “Sa balduffula” | Piazza Repubblica.

Dalle ore 11.00 – Esibizione itinerante del Coro Polifonico “Sos Ordinagos” di Belvi e del Coro Polifonico di Florinas.

Ore 12.00 – Degustazione in piazza “profumi e sapori del bosco” | preparazione e degustazione dei prodotti tipici locali.

Dalle ore 15.00 – Giuliano Marongiu e Roberto Tangianu presentano: “Sardegna Balla” VI° Rassegna Regionale del Folklore a premi con la partecipazione di dieci gruppi folk della Sardegna, ospite: Maria Giovanna Cherchi

Ore 17.00 – Cottura delle castegne nella caratteristica padella gigante e distribuzione gratuita.

Ore 18.00 – Proclamazione del Gruppo Folk vincitore dlela VI° Rassegna del folklore e del vincitore del torneo di balduffula.

 

 

(168)

Share Button